Now Reading
Affitti, contributi al via anche nelle Marche

Affitti, contributi al via anche nelle Marche

Dopo mesi di attesa e sollecitazioni la Regione Marche ha finalmente approvato, tra le altre, misure di sostegno affitti per l’emergenza Coronavirus. Secondo il comunicato pubblicato oggi (qui il link) il contributo previsto è rivolto alle famiglie che risiedono in abitazioni condotte in locazione e che hanno subito una diminuzione del reddito disponibile a causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-1.

Si tratta, evidentemente, di una misura attesa da decine di migliaia di cittadini marchigiani. L’importo complessivamente stanziato, di oltre 4 milioni di euro, non ci pare però sufficiente a garantire adeguata copertura delle necessità. Qualora infatti le domande presentate fossero 15.000, stima che riteniamo ottimistica, si tratterebbe di un intervento di circa 280 euro a famiglia che, rapportato ad almeno 3 mesi di emergenza covid, significa meno di 100 euro/mese. Ben poca cosa per quei tanti cittadini che non hanno ottenuto neppure una riduzione del canone.

Data la gravità dell’emergenza Coronavirus noi temiamo però che il numero delle domande possa essere superiore. Al 30 di aprile erano quasi 40.000 i lavoratori marchigiani toccati dalla sola cassa integrazione, a cui bisogna aggiungere altre decine di migliaia di lavoratori autonomi non coperti dal provvedimento e anche gli studenti marchigiani che frequentano università marchigiane, altro target individuato dal provvedimento. Il rischio, insomma, è che il fondo messo a disposizione si esaurisca presto o venga diviso al punto da risultare quasi irrilevante per tutti i beneficiari, a meno che i requisiti indicati (li sapremo a breve) non siano così stringenti da tagliare fuori larghe fette di popolazione. Già oggi il provvedimento sembra comunque escludere tutti coloro che erano già in difficoltà pregresse. Sembrano quindi non contemplati pensionati (per i quali i redditi, seppur modesti, non sono cambiati) e disoccupati pre-Covid che non possono provare una riduzione del reddito.

See Also
Buoni spesa a San Benedetto, un mare di esclusi

Al momento la Regione non ha ancora illustrato le modalità di accesso: gli uffici stanno infatti predisponendo la modulistica per le richieste dei numerosi interventi previsti, tra cui quello sugli affitti. Come annunciato dalla Regione stessa i file saranno pubblicati sul canale Telegram della Regione Marche e quindi accessibili a tutti. Sarà possibile eseguire autonomamente la procedura; tuttavia, come sempre, l’Unione Inquilini San Benedetto del Tronto è a disposizione per la compilazione e l’invio della domanda tramite SIFORM. Per accedere al servizio è possibile prenotare un appuntamento al 349/8098508. Gli appuntamenti saranno fissati successivamente alla pubblicazione della modulistica.

What's Your Reaction?
Excited
0
Happy
2
In Love
0
Not Sure
0
Silly
0
Leggi i commenti (0)

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Torna su